Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie

ACon la circ. 25.5.2016 n. 21, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti con particolare riferimento alle norme di carattere innovativo introdotte dal DLgs. 24/2016, concernenti l’ambito di applicazione del “reverse charge” per le cessioni di beni nel settore informatico (console da gioco, tablet e laptop).

A tal proposito, viene precisato che lo speciale meccanismo dell’inversione contabile si applica alle operazioni effettuate nella sola fase distributiva dei beni precedente la vendita al dettaglio, analogamente a quanto disposto per le cessioni di telefoni cellulari e di dispositivi a circuito integrato. In sostanza, sono escluse dalla speciale disciplina del reverse charge (e l'IVA si applica secondo le modalità ordinarie) le cessioni effettuate nei confronti di acquirenti che sono utilizzatori finali del prodotto.

Leggi la nota informativa